Precollaudo sistema per shock termico su abitazione a tre livelli, un check veloce all’impianto idraulico e si parte con il riscaldamento con temperature a salire.Di strada ne manca ancora per chiudere, manca anche tutta la gestione elettronica di temperatura ed umidità, mancano ancora molte lavorazioni elettriche e poi tutte le rifiniture del caso, ma intanto la macchina è accesa.Ora lasciamola lavorare per una decina di giorni e poi via via con le ultime lavorazioni elettriche, idrauliche, edili e anche qui saremo pronti a climatizzare 365 giorni all’anno la casa.Il trittico pompa di calore, sistema radiante e ventilazione meccanica con deumidificazione farà tutto il lavoro necessario, a far da generale delle forze d’armata ci pensa l’elettronica e a fornire tutta l’energia elettrica annua che serve alla casa ci penserà il fotovoltaico.Sulla carta è facile, farlo nella pratica un po’ più difficile, ma come sempre si arriva all’obiettivo risolvendo tutti i problemini vari che si presentano lungo il percorso.Intanto anche questo è partito, ora pensiamo al prossimo!